Skip to main content

Come combattere l allergia al polline

suffering-from-hay-fever.jpg

10 regole per chi è allergico ai pollini:

  1. Limitare le gite in campagna nei periodi di massima fioritura. Meglio il mare o la montagna, ricordando però che in montagna le graminacee fioriscono in ritardo, verso agosto-settembre. Per chi è allergico alla parietaria invece il soggiorno in montagna è l'ideale. Questa pianta infatti non cresce al di sopra dei 1000 metri.

  2. Tenere chiuse le finestre, in particolare fra le 10 e le 16, periodo di maggior pollinazione, e preferire l'uso del condizionatore.

  3. Ciò vale anche quando si va in auto. Molte sono ormai dotate di filtri antipolline. In moto usare il casco integrale.

  4. Non stendere le lenzuola all'aperto per evitare che raccolgano pollini.

  5. Rientrati a casa fare una doccia, lavarsi i capelli e cambiare i vestiti: in questo modo si eliminano i pollini attaccatisi ai capelli nel corso della giornata evitando così l'esposizione notturna.

  6. Evitare, se possibile, le attività all'aperto nelle ore in cui le concentrazioni di pollini sono maggiori (fra le 10 e le 16).

  7. Ricordare che le concentrazioni di pollini sono maggiori nelle giornate ventose e soleggiate e calano invece con la pioggia.

  8. Chi ha un animale domestico dovrebbe ricordarsi che il polline può attaccarsi al pelo ed essere portato in casa.

  9. Durante il periodo di fioritura limitare l'uso delle lenti a contatto. I granuli di polline possono rimanere intrappolati fra la lente e l'occhio. Meglio degli occhiali normali.

  10. Attenzione agli alcolici: l'alcol stimola la produzione di muco e dilata i vasi. Ciò può peggiorare la secrezione e la congestione nasale.