Skip to main content

Allergia al gatto, al cane e ad altri animali

pet-dander-from-dogs1.jpg

Cani, gatti ma anche criceti, cavie, conigli e furetti; tutti animali che ispirano una grande tenerezza, soprattutto nei bambini, e che si dimostrano essere dei veri e propri compagni di vita.

Purtroppo accade che il contatto con questi amici scateni una reazione allergica sotto forma di rinite, congiuntivite, orticaria o dermatite da contatto fino a manifestazioni asmatiche.

pet-allergy-tips.jpg

Il pensiero comune indica come causa il pelo degli animali, in realtà le cause sono diverse tra loro e capire quale è fonte dell’allergia permette di impiegare alcuni accorgimenti senza rinunciare alla loro compagnia.

L’allergia può essere scatenata da:

  • Albumina, una proteina situata nella saliva, nelle ghiandole sebacee e nel sudore, che viene trasferita sul pelo quando l’animale si lecca o dispersa nell’ambiente pronta ad aderire ai vestiti e al nostro corpo;
  • Forfora;
  • Urina.

Se si convive con un animale domestico e si ha un’allergia legata ad una delle cause sopra citate, si possono adottare alcune regole:

  • In caso di animali in gabbia (criceti, furetti, cavie etc) il consiglio è di pulire più volte a settimana l’ambiente in cui vivono e non lasciarli circolare liberamente per la casa;
  • Educare il cane e il gatto a dormire nelle loro cucce e a non salire su divani e letto, per evitare di disperdere in tutti gli ambienti gli eventuali allergeni;
  • Seguire le norme igieniche indicate nella sezione “buone abitudini per l'allergico ai pollini”
  • Per il gatto mantenere pulita la lettiera, per il cane portarlo fuori per i bisogni ad intervalli regolari.